Cambio di rotta

Sono in ritardo. E adesso vi spiego il perchè.

Prima di tutto era Pasquetta e ho passato tutte le feste “in festa”. Come dev’essere.

Secondo: non è che non sono ispirata, è che non so proprio da dove cominciare. So che alla fine del 2016 ho aperto questo blog sapendo che qualcosa sarebbe successo. Non so se scrivere pubblicamente i miei pensieri mi abbia aiutata a fare un po’ di luce, di certo so che mi sono guardata e riguardata dentro. A volte senza rendercene conto torniamo a sopravvivere. Qualche tempo fa dissi ad un amico “mi sento ferma, non sto andando da nessuna parte.” E forse dopo quest’esternazione ho capito che dovevo ricominciare a muovermi. Ho continuato a lavorare sulla selezione, su cosa tenere e su cosa lasciare andare. Ovviamente la parte necessaria sono le infinite ore di chiacchiere con la mia best. Quante volte mi ha ripetuto: “L’importante è che tu sia sincera con te stessa..” E non aveva nessuna fretta, sapeva che piano piano sarei arrivata da sola. Lei sta lì, e mi aspetta. A volte l’aspetto io. Ma in qualche modo evolviamo sempre. E io sono arrivata anche a sto giro.

Fatto sta che nel momento in cui ho scritto che sono una single incallita decisa a rimanere tale arriva qualcuno che ti scombina letteralmente i piani e le abitudini.

Ma quello che ti scombina di più sono soprattutto i pensieri. A volte succede che arriva qualcuno che ti toglie gli occhiali, li pulisce e te li rimette sul naso dicendoti: “Ora vedi un po’ più in là di prima no?” A volte riesci a farlo da solo, a volte qualcuno inconsapevolmente ti da una mano.

Accetti di uscire con una persona innanzi tutto perché rischi il linciaggio dalle tue amiche a forza di chiuderti in casa senza conoscere nessuno e secondo per uscire da quella bolla stagnante in cui ti ritrovi, chiamatela zona di comfort, chiamatela come volete. Esci. E non ti aspetti nulla. Ma arriva tutto. L’incontro, l’imbarazzo, la tensione che si scioglie, una risata, qualche domanda, un’ altra risata, l’attrazione, l’indecisione, una sensazione strana. Lo rivedi. E poi di nuovo. E ancora.

Dunque il discorso è questo e l’ho fatto un milione di volte: sto benissimo da sola, se devo cambiare le mie abitudini, i miei orari o i miei impegni è perché arriva quel qualcuno per cui vale la pena.

Ecco, credo sia arrivato senza nemmeno chiedere permesso. Quindi mi tiro su le maniche e vado a giocare la mia partita. Coraggiosamente.

Deny

 

Una risposta a "Cambio di rotta"

  1. “Ecco, credo sia arrivato senza nemmeno chiedere permesso. Quindi mi tiro su le maniche e vado a giocare la mia partita. Coraggiosamente.”
    SBAM! Fulmine a ciel sereno…
    🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...